Google My Business rappresenta il punto di riferimento per qualsiasi tipologia di brand con cui poter gestire al meglio la propria presenza online. Unisce Google Places (Maps) e le Pagine Google+ Business e Local (social) in un unico prodotto. Le dashboard sono finalmente unificate ed è più semplice recuperare e modificare le informazioni dell’azienda e interagire con le persone. Pagine Google+ Business, Pagine Google+ Local e Google Places for Business, un groviglio di sigle e funzioni che ora vanno tutte sotto il nome di Google My Business.

È un grande cambiamento e mette ordine ad una delle parti sicuramente più complesse e parecchio incasinate dell’ecosistema Google dedicato al business.  Una modifica in gran parte “estetica” ma che rende più facile la comprensione, soprattutto ai non smanettoni. Ora mettiti comodo e vediamo di capirci di più così che tu possa eseguire le giuste azioni e primeggiare con il tuo brand nella giungla online.

L’annuncio ufficiale è avvenuto il 11 Giugno 2014, ecco qui un estratto:

Qualsiasi attività commerciale ha una componente essenziale: i clienti. Sono loro che fanno crescere un’azienda, ed è la loro passione per i vostri prodotti che rende gratificante l’esperienza di gestire un’attività. Per molti imprenditori, i clienti sono più che dei semplici avventori: sono habitué, sostenitori e amici. In altre parole, persone che contano davvero.

Grazie a Internet, sempre più attività commerciali si mettono in contatto con nuovi clienti ogni giorno. Trovare una clientela affezionata, tuttavia, può risultare difficile e richiedere molto tempo. Vorremmo che le cose cambiassero. Ecco perché siamo lieti di presentare Google My Business, un modo semplice e gratuito per trovare e mettervi in contatto con nuovi clienti, ovunque voi siate.

 

Google My Business è basato su 3 semplici idee:

  1. Dare visibilità alle attività commerciali online in una realtà social e mobile ricca di interazioni.
  2. Aiutare le attività ad avere successo consentendo loro di creare e monitorare l’identità aziendale online.
  3. Un punto di accesso ai prodotti commerciali Google (esempio Adwords Express e +Post Ads).

Se le aziende si presentano al meglio, aggiornano i propri dati ed interagiscono con gli utenti, va a beneficio di tutti: gli utenti avranno informazioni precise e puntuali, i brand intercetteranno più clienti e Google potrà vendere la pubblicità ad aziende felici e contente.