Ecco alcuni consigli che ti possono aiutare fin da subito.

1. Blocca il tempo

Vai nella tua stanza preferita, mettiti comodo e “blocca il tempo” che hai deciso di dedicare per scrivere un articolo.

In questo momento nulla è più importante di questo, quindi disattiva le notifiche del cellulare, spegni il PC, metti il materasso davanti alla porta. Insomma cerca di non farti disturbare in alcun modo.

2. Pensa, scrivi, disegna

Esiste uno strumento infallibile per aumentare la fantasia, sbloccare la mente e generare idee: la mappa mentale, ovvero un condensato di pensieri, parole e immagini.

Prendi un foglio di carta, dei pennarelli colorati e inizia a dare sfogo alle tue idee: qualunque cosa ti venga in mente dagli una forma sulla carta. Questo sistema ti aiuterà a creare uno schema utile a scrivere il tuo articolo.

3. Ascolta musica

La musica giusta stimola la creatività. Quando non mi vengono idee ascolto la mia playlist preferita: non puoi neanche immaginare quanto la musica mi abbia aiutato a trovare le idee vincenti per scrivere articoli sia sul mio blog che per altri.

E se l’idea arriva quando meno te l’aspetti? A me capita spesso che i migliori spunti per scrivere un articolo vengano nei luoghi più impensati. Per questo motivo tengo sempre a portata smartphone e tablet, per annotarmi idee e appunti importanti prima che si dissolvano. E ti consiglio di fare altrettanto.

In questa prima fase devi pensare anche alle frasi focus – che poi diventeranno delle vere e proprie keywords –  da utilizzare per scrivere un articolo. Rifletti su ciò che scriverai e pensa a come gli utenti potranno cercarlo su Internet: su quello dovrai basare il focus del tuo articolo. Bene, ora che hai idea e focus su ciò che scriverai puoi passare alla fase successiva.

Idea in mente, focus trovato: pronti per scrivere!

ALT, frena l’entusiasmo! C’è ancora un piccolo compito che devi svolgere: trovare il lettore tipo, ovvero creare le buyer personas del tuo blog. Questa fase è molto importante, anche se talvolta viene sottovalutata.

Identificare il tuo lettore, immaginare chi leggerà, ti aiuterà tantissimo a scrivere un articolo perfetto, tagliato su misura per il tuo target. Prenditi qualche minuto, pensa ai suoi gusti, alle sue passioni, alla sua professione , e per renderlo reale potresti perfino dagli un nome. Ti sembra strano? Devi sapere che questo permetterà di definire meglio le caratteristiche del tuo articolo, quale saranno lo stile, il tono e il livello di formalità da usare. Se il tuo lettore tipo è un avvocato di un importante studio legale scriverai in un modo, se è un giovane nerd patito di informatica in un altro!

Ora finalmente ci siamo, è giunta l’ora di scrivere! La fase di scrittura vera e propria io la suddivido in quattro operazioni:

  1. Scrittura a fiume
  2. Rilettura ad alta voce
  3. Correzione errori
  4. Adattamento alle keyword

Vediamone una per volta.

Scrittura a fiume

Bene, eccoci arrivati al primo scoglio da superare: cosa scrivere. Prima di iniziare a riversare le tue idee in frasi di senso compiuto ti consiglio di adottare una tecnica di scrittura chiamata freewriting. Apri un blocco degli appunti, un quaderno o prendi un foglio di carta e inizia a scrivere delle parole inerenti con il tema scelto. Pensa anche  al titolo che darai al tuo articolo. Conoscere il titolo prima di scrivere un articolo permette di avere sempre in mente l’obiettivo del tuo articolo e di non uscire dal tema scelto.

Ora che hai lo tuo schema del tuo articolo, inizia a scrivere tutto quello che hai in mente basandoti sulle parole scritte in precedenza. Scrivi senza badare a errori di ortografia, sintassi o punteggiatura – a sistemare il testo penserai nelle fasi successive – cercando di inserire le parole chiave nel testo.

Per gestire il tuo tempo, ti consiglio di utilizzare la tecnica del pomodoro, un utile strumento di gestione del tempo, che alterna blocchi da 25 minuti operativi e da 5 minuti di riposo. Io la uso per tutte le mie attività e te la consiglio.

Salvaguarda la tua attenzione dalle distrazioni digitali: le notifiche di email, chat, social network sono nemiche dell’efficienza.

Rilettura ad alta voce

In questa fase ti devi concentrare e riprendere da capo tutto ciò che hai scritto: rileggilo così com’è senza dare importanza alla grammatica, assicurati che tutto quello che volevi scrivere si trovi sulla pagina e che l’argomento sia sufficientemente snocciolato. E’ importante leggere ad alta voce perché  ti renderai conto se avrai spiegato il messaggio che vuoi lanciare col tuo articolo.

Correzione errori

Dopo aver riletto più volte il testo dovrai passare alla prima, veloce correzione: controllare gli errori grammaticali più evidenti, sistemare alla meglio i verbi, aggiusta la punteggiatura e dai senso alle frasi più bizzarre. Man mano che prosegui nelle riletture, concentrati anche sulla forma e sulla sostanza del contenuto, fin quando non sarai soddisfatto e l‘articolo scritto sia perfetto in ogni suo dettaglio.

Adattamento alla keyword

Come detto, le parole chiave ti devono essere ben impresse sin dal primo momento perché ciò ti permetterà di costruire l’articolo attorno ad esse. Durante la fase di scrittura le hai inserite all’interno del testo, ora è arrivato il momento di rivederle e adattarle al meglio. Non esagerare con le keywords!

E’ importante scrivere le parole chiave in maniera omogenea, preoccupandosi di mantenere tutto il testo leggibile e senza forzature dovute al loro inserimento.

Inoltre, le regole di base della scrittura per il web suggeriscono di aggiungere parole chiave:

  • Nel titolo principale
  • Nel primo paragrafo per rendere l’argomento chiaro fin da subito
  • In almeno un sottotitolo interno
  • Nella descrizione di un’eventuale immagine

Inserire una o più immagini è molto importante sia per avere un miglior posizionamento nei motori di ricerca sia per rendere l’articolo piacevole graficamente.