Web Marketing per Hotel, qual è la strada giusta?

1. Prodotto, prodotto e, prima di tutto, ancora prodotto. La “comunicazione viene dopo”. Lo abbiamo sottolineato in tutti i modi possibili. Se le fondamenta non sono totalmente apposto, la casa crolla. Anche se è la più bella casa del mondo. Quindi prima di pensare a Twitter pensiamo alla pulizia delle stanze.

2. Non comunicare è comunque un rischio. Un prodotto buono ben comunicato vince. Un prodotto cattivo comunicato in qualsiasi modo perde. Ma un prodotto buono non comunicato? Avete mai pensato di un prodotto/servizio/struttura “se lo avessi saputo prima…”. Ecco quello.

3. La sfida non è sostituire Booking. La sfida è utilizzarlo correttamente. Ok l’intermediazione, no all’iper intermediazione. Cosa voglio dire? Se un cliente mi cerca su Google perché vuole prenotare da me deve poter prenotare da me senza passare da Booking (mi devo dotare di una strategia di brand protection su Adwords). Se chi è stato mio cliente vuole tornare, non è concepibile pagare una percentuale di intermediazione (mi devo dotare di una strategia di email marketing). Almeno quello.

4. Il Web Marketing è costoso, difficile e viene dopo il prodotto ma è qualcosa che funziona e spesso ti permette di tenere il coltello dalla parte del manico. Non devi fare tutto e subito. Non devi essere ovunque per forza. Non devi parlare se non hai nulla da dire. Però ci sono alcune attività “tattiche” che non puoi permetterti di non valutare. Almeno valutare.

5. La strada giusta? Bando alle ciance. La strada giusta passa attraverso 5 aspetti. Sito. Contenuti. Social. Advertising. E Database. Il sito dev’essere performante e fruibile, i contenuti devono permettere di generare audience di riferimento da profilare in seguito con promo commerciali, i social devono essere sempre più utilizzati in ottica di customer care in tempo reale, l’advertising dev’essere strumento di revenue e il database… beh il database è una delle cose più di valore che possedete e va “coccolato” con continuità ma senza abusare dell’attenzione dei contatti. Ognuno di questi aspetti, se sistemato, può generare un notevole miglioramento del business.

Il mix corretto è quello che può fare la differenza.